QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 22 novembre 2019

Attualità venerdì 02 agosto 2019 ore 11:54

Ortopedia e chirurgia, interventi sì o no?

Qualcuno ha scritto su Facebook di attività sospese a causa dell'infortunio di un medico. Immediata la preoccupazione di alcune forze politiche locali



VOLTERRA — "Il primario ed un altro medico hanno operato anche stamani, non c'è nessun problema al reparto di Ortopedia e chirurgia all'ospedale di Volterra". Questo quanto hanno fatto sapere inizialmente dalla Azienda Usl Toscana nord ovest, a seguito di voci incontrollate riguardo alla presunta sospensione delle attività del reparto a causa dell'infortunio occorso ad un medico.

La Asl, tuttavia, ha poi precisato che sono state sospese esclusivamente le urgenze fino al 16 agosto. "A seguito dell’infortunio di un ortopedico dell’ospedale di Volterra - hanno specificato da Pisa -, concomitante con il periodo di ferie, il direttore degli ospedali di Pontedera e Volterra dottor Luca Nardi ha disposto una rimodulazione dell’attività ortopedica a Volterra fino al 16 agosto 2019. Verranno regolarmente garantite: la presenza di uno specialista ortopedico nei giorni feriali con copertura dei servizi di reparto, degli ambulatori e delle attività collegate al Pronto Soccorso; la pronta disponibilità di un ortopedico, notturna e festiva, sempre per le necessità di reparto e Pronto Soccorso".

"Per questo periodo le urgenze ortopediche - hanno aggiunto - verranno indirizzate all’ospedale di Pontedera", ricordando che in media se ne rigistra una a settimana. Significa che, da qui a ferragosto, potranno saltare due interventi d'urgenza soltanto.

Il primo a chiedere lumi sull'argomento è stato Marzio Innocenzi, consigliere della lista civica Uniti per Volterra. A ruota anche l'altra lista di opposizione, Per Volterra. 

"Sono state diffuse notizie su Facebook circa la chiusura dell’attività di chirurgia ortopedica - ha scritto il rappresentante di Upv - a causa di un infortunio accaduto ad un medico di tale UO. Nell’augurare al medico una pronta e completa guarigione, siamo a chiedere alla ASL se tale decisione è vera, se come dichiarato viene sospesa anche l’attività ambulatoriale e quindi anche quella di consulenza di pronto soccorso. Siamo a chiedere se questa sospensione è brevissima, giusto il tempo di rimediare a turnazione degli altri ortopedici o se si aspetterà il ritorno del medico infortunato". 

"Alla luce di quanto da pochi giorni dichiarato dalla ASL circa le potenzialità del Pronto Soccorso di Volterra - ha proseguito Innocenzi -, aggiungere un altro importante motivo di disservizio in periodo di incremento di presenze in città per turismo sarebbe un fatto molto grave. In altri casi, come giustamente sarebbe opportuno, si è provveduto a far ruotare il personale della medesima UO che lavora in altro ospedale per non sguarnire un presidio già impoverito di figure sanitarie e che si trova a molti chilometri di strada da altri nosocomi.
Vorremmo essere rassicurati che in brevissimo tempo la criticità venga risolta e ne chiediamo conferma alla ASL".

La lista civica Per Volterra, tuttavia, riporta un comunicato che sarebbe comparso in ospedale:  "Per infortunio di uno degli specialisti e conseguente carenza di organico la attività chirurgica sarà sospesa fino a data da definire. Eventuali urgenze saranno dirottate in altri presidi. Ci scusiamo per il disagio che assicuriamo durerà il meno possibile"

"Sembra paradossale - hanno commentato da Per Volterra - ma questa comunicazione è stata diramata, immaginiamo a seguito di una decisione ufficiale presa dalla Direzione Sanitaria ASL. È assolutamente vergognoso ed inaccettabile ciò che sta succedendo, ed è necessario che l'ASL si attivi immediatamente per ripristinare il servizio ortopedico e le urgenze. Ci chiediamo quale sia l'interessamento dell'Amministrazione Comunale, che più di due mesi dalle elezioni, si è occupata di piccole cose piuttosto che dell'Ospedale. È impensabile anche solo ipotizzare di permettere che un servizio possa essere interrotto a causa di ferie programmate o del fatto che un professionista abbia una temporanea assenza. E quel che emerge è che il danno di questa decisione folle investe anche il Pronto Soccorso e l'Ospedale in generale, considerato che i capisaldi del Pronto Soccorso, secondo un DPR del Presidente della Repubblica, sono proprio Medicina, Chirurgia ed Ortopedia". 

"Tutto ciò - concludono da Per Volterra - si aggiunge ai tagli al servizio oculistico (che verrà di fatto dimezzato in un silenzio surreale) e alle difficoltà sempre maggiori per il cittadino di usufruire del servizio di otorinolaringoiatria. Ma quel che è successo su Ortopedia supera tutto quel che si può immaginare: l'ASL avrebbe dovuto avere un piano B, che in realtà ha dimostrato di non avere minimamente. A questo servono risposte chiare ed immediate".



Tag

Manovra, Salvini: «Totale instabilità, pesa più delle tasse»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità