Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA13°27°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 20 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Azovstal, il ministero della Difesa russo rilascia il video della resa degli ultimi soldati

Attualità lunedì 09 maggio 2022 ore 16:26

La Banda può guardare al futuro con ottimismo

La Filarmonica G. Puccini, nata nel lontano 1847 e sopravvissuta fino ad oggi, guarda con positività al futuro grazie ad una convenzione col Comune



POMARANCE — A fine Aprile 2022, a conclusione di un percorso avviato dal Comune di Pomarance nel 2021 in piena pandemia, è stata sottoscritta una convenzione triennale che assicura certezza di contributi da parte dell'amministrazione alla Filarmonica G. Puccini Aps in cambio di impegni precisi da parte della banda: mantenimento e sviluppo delle principali attività musicali, presenze della banda alle principali manifestazioni, promozione nelle scuole, inclusione sociale di casi di disagio, corretta gestione della sede auditorium comunale, storicamente abitata, ma da ora regolata da reciproci impegni e garanzie.

Grande la soddisfazione da parte dell'associazione, che appena passata l'emergenza Covid ha ripreso le attività della Filarmonica nel suo insieme: Scuola di Musica con i corsi regolari per una sessantina di allievi e i saggi di fine anno a Giugno; Banda con le uscite finalmente in presenza del 25 Aprile e 1 Maggio (cui si riferiscono le foto), e numerosi impegni prossimi tra cui il concerto all'UTE, Green Fondo di Bici, Processione del Corpus Domini, Martiri della Niccioleta, altre possibili presenze fino ai concerti estivi di Pomarance (da datare) e San Vincenzo (3 Agosto).

Per la Banda pomarancina la sottoscrizione della convenzione è "un avvenimento che, per importanza e certezza di futuro, supera di gran lunga i risultati fin qui raggiunti: cioè aver mantenuto in vita, e in salute, tra le numerose difficoltà dei tempi, una delle poche esperienze bandistiche del territorio, con annesse azioni formative in campo musicale, con sempre maggior sostegno popolare (oltre 330 soci, in crescita, e maggior numero di allievi nei corsi per gli strumenti da banda)".

"E' una bella cosa - hanno aggiunto -, per chi dovrà condurre nei prossimi anni questa importante "istituzione territoriale", avere la certezza di regolari contributi comunali per tre anni, magari se poi va bene rinnovabili (gran parte dei quali contributi vanno peraltro a contenere i costi a carico degli allievi della Scuola di Musica, soprattutto per le discipline a scopo bandistico, ormai quasi gratuite per incentivare i giovani ad entrare in banda), e non dover penare con interessi da fidi bancari e altri necessari accorgimenti in parte alleggeriti da questa nuova idea del comune di cui diamo volentieri atto! E non meno importante è l'aver utilizzato lo strumento della "Coprogettazione e coprogrammazione", previsto dalla nuova riforma del 3° settore e dalla relativa legge regionale che in un primo tempo aveva escluso questo importante strumento di decentramento e responsabilizzazione territoriale. Per altro, anche per il Comune di Pomarance, è il primo tentativo di coprogettazione ai sensi della nuova legge".

"Di questo, si sarà capito - hanno concluso -, noi della Filarmonica siamo particolarmente felici in quanto, avendo partecipato a quasi tutti i convegni, per il rinnovo statuti ed altri adempimenti, organizzati da Anbima, Cesvot con Università di Pisa, Associazioni di volontariato con cui abbiamo condiviso il percorso non sprecando alcuna occasione (anche come reazione al covid che ci voleva rassegnati), ci siamo battuti per mantenere questo strumento di "coprogettazione... territoriale" e ora, avendo la possibilità di metterci alla prova nell'utilizzarlo, ci rende particolarmente soddisfatti. E impegnati, anche, a renderlo più efficace possibile, per valorizzare un'esperienza di decentramento di rara controtendenza rispetto all'andamento generale degli ultimi anni e decenni, ma anche per rispondere meglio possibile alle aspirazioni e agli interessi socioculturali di un territorio, peraltro ben più vasto dei confini comunali".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
6 Comuni del territorio interessati dalle nuove positività registrate nel bollettino di oggi, giovedì 19 Maggio. Meno casi in Provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità