Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:VOLTERRA10°21°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Politica giovedì 25 giugno 2015 ore 21:30

Vertenza Smith, arrivano le varie reazioni

Il sindaco, il governatore, ma anche la vice presidente del senato commentano l'esito del tavolo al Mise, poi votato dai lavoratori



VOLTERRA — Dal mondo della politica reazioni e commenti sulla vicenda della fabbrica di scalpelli di via Traversa, dopo che la proposta formulata dall'azienda ieri al Mise, è stata oggi accettata dai lavoratori. Scongiurata la chiusura, ridimensionamento dello stabilimento, attivati gli ammortizzatori sociali e un piano industriale con numerosi esuberi, ma ancora tutto da definire nei prossimi 30 giorni con una trattativa sindacale e un tavolo con Schlumberger, Eni ed Enel al governo.

IL GOVERNATORE. "Sono due mezze vittorie perché resta la preoccupazione e il dolore per chi non potrà per ora rientrare al lavoro. Ma due aziende che avevano deciso di chiudere riprendono l'attività. Io sono felice di avere dato il mio contributo a fianco dei lavoratori". A scriverlo, dopo l'intervento di ieri, è in un post su facebook il governatore della Toscana Enrico Rossi a proposito delle vicende che riguardano i lavoratori della Smith Bits di Saline di Volterra e della People Care di Guasticce.

LA VICE PRESIDENTE DEL SENATO. "È una bella notizia il ritiro dei licenziamenti da parte della Smith, è fondamentale che si continui l'attività nella fabbrica e che si utilizzino tutti gli strumenti a disposizione, compresa la cassa integrazione straordinaria, anche se ovviamente gli obiettivi principali restano la piena attività lavorativa e la programmazione di nuovi investimenti sul territorio". Lo dichiara in una nota la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli secondo la quale "Il tavolo di crisi aperto al Mise con la Regione Toscana si è dimostrato utile per un serio confronto tra tutti i soggetti, azienda, sindacati e istituzioni - aggiunge - con la riapertura della fabbrica e la rimozione del blocco delle merci non sono risolti tutti i problemi ma certamente aver scongiurato la chiusura dello stabilimento è un primo passo".

IL SINDACO. "Eviterei inopportuni trionfalismi e troppa 'soddisfazione' - commenta invece il sindaco di Volterra Marco Buselli in una nota arrivata questa mattina - Certo, parlavamo fino a poco fa di uno stabilimento che, nelle intenzioni iniziali dell'azienda, doveva essere chiuso senza appello e su questo la soddisfazione c'è. Ma parlare di 78 posti salvi oggi non deve assolutamente rappresentare un punto di arrivo per tutti noi".  "Da oggi infatti si apre una fase difficilissima e stretta nei tempi, in cui dobbiamo riempire di contenuti, e quindi di potenziali posti di lavoro, soprattutto grazie all'autorevolezza che dimostreranno Regione e Governo, il percorso parallelo attivato su proposta del Presidente Rossi con Enel, Eni e Schlumberger - prosegue - La situazione è critica, ma qualche margine di manovra c'è, con il confronto che ci sarà con Eni ed Enel. Noi faremo di tutto perché questo margine possa crescere e far salire l'asticella di quei numeri. Perché dietro ai numeri ci sono persone, e non vogliamo lasciare a terra nessuno".
"E’ positivo che la Regione abbia raccolto la nostra proposta sull'abbattimento dei costi dell'energia - conclude Buselli - ma sarebbe anche importante come segnale che, in un momento difficile come l'attuale, in un'ottica di solidarietà territoriale, cadessero le ultime barriere che impediscono a un giovane volterrano di lavorare in geotermia".

LA SENATRICE. "Dalle ultime notizie, l'azienda dovrebbe inglobare 78 lavoratori su 193, così non va". Questo, come riposta una agenzia, il parere espresso ieri dalla senatrice del Movimento 5 Stelle Sara Paglini componente della Commissione Lavoro all'ingresso del ministero dello Sviluppo Economico dove si trovava per seguire la vertenza sulla Smith Bits di Saline di Volterra. "La Smith si trova in un territorio che si sta svuotando - ha aggiunto - la zona della val di Cecina è una zona molto delicata. Noi come Movimento 5 Stelle abbiamo inviato nei giorni scorsi una lettera aperta all'amministratore delegato della Schlumberger".

IL CONSIGLIERE REGIONALE. Antonio Mazzeo è stato eletto segretario dell'ufficio di presidenza del nuovo consiglio regionale che si è insediato questo pomeriggio a Firenze. nell'occasione ha ribadito quelli che saranno i suoi impegni principali nella legislatura appena iniziata "senza dimenticare il lavoro, a partire dalla vertenza della Smith di Volterra che ha avuto ieri un primo positivo passo in avanti ma sulla quale non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia''.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività rilevate tra ieri e oggi sono distribuite tra 12 comuni della provincia. Ricoveri stabili negli ospedali pisani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS