Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rissa in campo tra Hajduk e Fenerbahce: i tecnici Gattuso e Mourinho corrono in campo per sedare gli animi
Rissa in campo tra Hajduk e Fenerbahce: i tecnici Gattuso e Mourinho corrono in campo per sedare gli animi

Attualità giovedì 17 novembre 2016 ore 12:45

Fulvio Wetzl presenta il suo nuovo film

Al Centrale anteprima nazionale del film 'Rubando Bellezza'. Il regista, presente in sala, è molto legato al colle dove nel 1988 girò una pellicola



VOLTERRA — Anteprima nazionale a Volterra, al Cinema Centrale, del film Rubando Bellezza di Fulvio Wetzl, che sarà presente in sala. Wetzl nel 1998 girò a Volterra il film Prima la Musica e poi le parole, anche per questo è molto legato alla città etrusca.

Il programma prevede:

Alle 18 - Proiezione del film Prima la musica e poi le parole con ingresso gratuito. E' la storia di Giovanni, un bambino di sei o sette anni con gravi problemi psichici, infatti parla una lingua incomprensibile e ha degli strani comportamenti. Le uniche persone che cercano di aiutarlo sono Marina, una psicologa, ed Elena una infermiera. Il tutto nel magnifico scenario di Volterra. Tra gli interpreti: Anna Bonaiuto, Andej Chalimon, Barbara Enrichi, Jacques Perrin, Amanda Sandrelli.

Alle 21,30 - Presentazione del film Rubando Bellezza da parte del regista Fulvio Wetzl a cui seguirà la proiezione. Rubando Bellezza Italia 2015 di Fulvio Wetzl, Laura Bagnoli, Danny Biancardi, Storia (psic)analitica nel ramo maschile di una famiglia, i Bertolucci: Attilio, poeta angosciato e dolente, autore di versi che restano nell'anima graffiando e straziando, uomo di cultura, amico e frequentatore di personaggi unici (Moravia, la Morante, Pasolini), padre importante e ingombrante; i due figli, Bernardo, regista geniale e irregolare, celebre ed esportato in tutto il mondo, ossessionato dalla figura paterna che, più o meno simbolicamente "uccide" in ogni suo film, e dal pervicace desiderio di conciliare Freud e Marx; e Giuseppe, il secondogenito, regista di tanto teatro e anche cinema, così sensibile e così intelligente da saper scegliere strade diverse, un suo percorso di "marginalità consapevole", piuttosto che essere schiacciato da 2 figure, il padre e il fratello. E' un film che va visto e ascoltato, con la stessa attenzione e lo stesso rispetto ammirato degli autori: la figura di Bernardo è più presente apparentemente (è l'unico vivo) rispetto a quella di Giuseppe che vive attraverso le parole della compagna, Lucilla Albano, che dice (anche tra le righe) cose belle e speciali. Ma è ancora una volta Attilio che incombe, che ha segnato nel profondo - nel bene e nel male aggiungiamo noi - la vita dei suoi figli. (Luisa e Morando Morandini, Il Morandini 2016)


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La lista denuncia presunte irregolarità e vuol vederci chiaro sulle 317 schede nulle: scatta così il ricorso al Tribunale amministrativo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità